EOS 1 DX – La nuova Ammiraglia Canon

  • 0

EOS 1 DX – La nuova Ammiraglia Canon

Caono EOS 1DX

Canon EOS 1 DX

La Canon EOS 1D X è realizzata attorno ad un sensore full frame CMOS da 18,1 megapixel, ha un sistema autofocus completamente ridisegnato, proprio come l’esposimetro, e un doppio processore d’immagine DIGIC 5+. Come pianificato, la EOS 1D X va a sostituire entrambe le EOS-1D Mark IV, che la EOS-1Ds Mark III.

Il sensore CMOS full-frame da 18,1 megapixel ha un architettura ridisegnata e riesce a gestire sensibilità da 100 a 51.200 ISO, espandibili fino a 204.800. Il doppio processore d’immagine DIGIC 5+ permette invece di ottenere un miglioramento nel trattamento del rumore pari a 2 stop, un vantaggio non indifferente rispetto alla precedente generazione di fotocamere, semplificando così lo scatto di foto in condizioni di luce non ottimali, quando è necessario alzare la sensibilità ISO. Per quanto riguarda il rinnovato sistema di autofocus, questo adesso presenta ben 61 punti di messa a fuoco ad area estesa, offre una sensibilità superiore rispetto al precedente sistema e nel contempo garantisce ancora più precisione e velocità. Interessante la presenza di ben 41 punti AF a croce, di cui cinque a doppia croce, e la presenza di nuove preselezioni AF progettate per le riprese di soggetti critici. Per quanto riguarda l’esposizione, infine, il lavoro fatto è egregio e si basa su un sensore di misurazione RGB da 100.000 pixel collegato al sistema AF e gestito da un processore DIGIC 4 dedicato che rileva volti e colori per garantire sempre la miglior esposizione possibile e per migliorare il tracking AF.

Grazie alla potenza del doppio processore d’immagine è possibile realizzare raffiche di scatti in modalità scatto continuo a 12 fotogrammi al secondo alla piena risoluzione con conversione A/D a 14 bit. La modalità Super High Speed estende la velocità di scatto fino a 14 fps, e grazie all’utilizzo di un nuovo otturatore e a un nuovo meccanismo, viene ridotto il ritardo e il rimbalzo dello specchio. Ma con la EOS-1D X Canon non ha dimenticato di certo coloro che desiderano utilizzare la qualità della propria fotocamera e degli obiettivi Canon per riprendere video. L’ammiraglia Canon permette difatti di registrare video Full HD a 1.920 x 1.080 pixel sfruttando tutta la gamma di impostazioni manuali per controllare esposizione, messa a fuoco e frame rate, mentre i livelli audio possono essere visualizzati e regolati sullo schermo LCD. Durante le riprese il doppio processore DIGIC 5+, si occupa della riduzione degli artefatti moiré, mentre la funzione EOS Movie offre tempi di registrazione più lunghi, creando automaticamente un nuovo file quando si raggiunge il limite di 4 GB. Inoltre, per la registrazione viene utilizzato un nuovo codec video che garantisce la massima qualità, limitando la compressione dei dati in modo da conservare un numero maggiore di informazioni per l’editing in post-produzione.

Dal punto di vista del design e dell’ergonomia la Canon EOS-1D X non ha nulla da invidiare a nessuno e si conferma come sempre come punto di riferimento per questo tipo di parametri, ci propone pulsanti più grandi e più ergonomici rispetto al passato, nonché due multi-controller e una ghiera di controllo sensibile al tocco per l’utilizzo in modalità video che rendono più facile modificare le impostazioni senza generare rumore. Sono inoltre disponibili una serie di tasti funzione personalizzabili per creare le proprie scorciatoie per raggiungere le funzioni e le preselezioni più utilizzate.

Il mirino ha una copertura del 100% e può visualizzare una griglia a reticolo utile sia nelle foto di paesaggio che in quelle di architettura. Il display posteriore con tecnologia LCD Clear View II ha una diagonale utile di 3,2 pollici ed una risoluzione di 1.040.000 punti; lo strato antiriflesso permette di lavorare bene anche in esterni e per proteggerlo da urti e graffi Canon vi ha sovrapposto una lastra in vetro temperato.

Il corpo macchina della Canon EOS-1D X è costruito in lega di magnesio, cosa che gli conferisce leggerezza e nello stesso tempo anche protezione contro gli elementi atmosferici e gli urti quotidiani. Non manca neanche l’EOS Integrated Cleaning System per pulire con vibrazioni simili a quelle dei motori a ultrasuoni la polvere e lo sporco dal sensore. Per quanto riguarda la resistenza, Canon afferma che la macchina è realizzata per durare per 400.000 cicli di scatto ed è dotata di guarnizioni attorno ai comandi e ai pannelli per proteggere l’interno dall’acqua e dalla polvere, soprattutto quando utilizzata congiuntamente con gli obiettivi Canon EF resistenti alle intemperie. Da notare la presenza di una porta Ethernet Gigabit per trasferire più velocemente possibile le immagini scattate.

Oltre alla fotocamera è stato presentato anche il WFT-E6, un nuovo trasmettitore Wi-Fi 802.11n, progettato per il trasferimento delle immagini qualora una connessione via cavo non sia disponibile. Il trasmettitore può interfacciarsi anche con unità GPS esterne tramite Bluetooth e visualizzare i contenuti della fotocamera su un monitor compatibile tramite una connessione DLNA.

Caratteristiche Salienti

  • Sensore CMOS a pieno formato da 18,1 megapixel
  • Velocità di scatto fino a 12 fps, e fino a 14 fps in modalità super High Speed
  • Gamma ISO 100-51.200; espandibile fino a 204.800 ISO
  • Sistema AF a 61 punti di cui 41 a croce
  • Misurazione AE RGB da 100.000 pixel
  • EOS Movie Full HD 1080p
  • Doppio processore “DIGIC 5+”
  • Schermo LCD Clear View II da 8,11cm (3,2”) e 1.040.000 punti
  • Porta Ethernet

La EOS-1D X sarà disponibile da fine marzo 2012 al prezzo indicativo suggerito al pubblico di 6.000 euro IVA inclusa.

Per chi ha voglia di approfondire: Canon, DPReview Overview


Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.