Pegaso & Tritone

  • 0
Pegaso & Tritone

Pegaso & Tritone

Pegaso & Tritone

Pegaso & Tritone

Quando il terribile vento di nord-est si abbattè sugli Argonauti e in nove giorni li spinse verso le più remote spiagge della Libia, e laggiù un’enorme ondata sollevò l’Argo oltre le insidiose rocce che si sgranano lungo la costa e portò la nave all’asciutto a un miglio circa nell’entroterra, Giasone, confortato in sogno dalla triplice dea Libia, posta l’Argo su dei rulli, indusse gli Argonauti a spingerla a forza di spalle fino al lago salato Tritonio. Qui Tritone apparve sotto le sembianze di un bel giovane chiamato Euripilo e indicò loro quale direzione dovevano prendere per raggiungere il Mediterraneo. In cambio del dono ricevuto dai Greci (un massiccio tripode di bronzo), donò a Eufemo una zolla di terra magica, presagio della venuta in Cirenaica dei suoi discendenti. E infatti Batto, il fondatore della colonia di Cirene, passa per essere un discendente d’Eufemo. Proprio lui gettò nel mare quella sacra zolla da cui spuntò l’isola di Tera.


Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.